Viper Rhino: un coltello solido ed imponente

Dalla collaborazione tra la Viper di Maniago ed il designer coltellinaio Fabrizio Silvestrelli, nasce questo coltello chiudibile back lock, solido e robusto come il pachiderma dal quale prende il nome, che riesce però a mantenere un aspetto pulito ed elegante grazie anche alla scelta di materiali e finiture.

Con misure di tutto rispetto, lunghezza totale 253 mm. (lama 108 mm. spessore finito 4,2 mm.) ed un peso di 245-280 grammi, la prima impressione da chiuso è di un oggetto poco maneggevole ma basta afferrarlo, raggiungere con il pollice il perno di apertura della lama e scoprire che una volta aperto è perfettamente bilanciato e si impugna in modo naturale e sicuro.

Il pollice si posa sulla curva posteriore del manico che prosegue sul dorso della lama ed i tre recessi anteriori accolgono comodamente le altre dita.

Viper Rhino: un coltello solido ed imponente

Viper Rhino by Francesco Silvestrelli

Osservando la forma insolita della lama ci si rende conto che non è un semplice esercizio di stile ma rivela lo studio attento del suo disegnatore che ne aumenta la resistenza agli stress laterali, ne rinforza la punta ed offre un appoggio sicuro alla mano libera per spingere o guidare il taglio.

Una robusta clip in acciaio temperato sul lato destro del coltello permette di fissarlo agli indumenti in posizione Tip Down, resta piuttosto aderente al manico e conformata al palmo della mano destra anche se personalmente avrei preferito non avvertirne la presenza, nessun problema per gli utilizzatori mancini.

La Viper lo definisce un “ideale tuttofare” e forse può sembrare riduttivo perché è veramente un bell’esempio della coltelleria italiana tra classico e moderno, che fa la sua figura sia esposto in collezione che in tasca durante la prossima escursione.

Viper Rhino: un coltello solido ed imponente

Viper Rhino – Solido ed imponente

Le combinazioni dei materiali e delle finiture offre la possibilità di scegliere tra otto versioni per accontentare gusti ed esigenze diverse: dal manico in legno naturale di pau santo, forse la versione dall’aspetto più classico, a quello più futuristico in fibra di carbonio, entrambe con lama in acciaio inossidabile N690 satinata. Sempre in fibra di carbonio od in G-10 nero o verde la scelta della lama è tra acciaio inossidabile N690 finitura stone washed oppure acciaio da utensili D2 con rivestito in tecnologia PVD.

Quale è il tuo coltello “tuttofare” preferito?
Lascia il tuo commento o contattami!

Ho sempre inseguito l’avventura ed affrontato le sfide.
Al fianco di persone eccezionali ho ricevuto molti insegnamenti ed ho imparato che la vita deve essere vissuta fino in fondo.
Ho ancora sete di conoscere ed imparare, soprattutto vivendo le esperienze in prima persona.

Questo per me è uno stile di vita, questo per me significa essere operativo!

2017-05-01T23:38:30+00:00 sabato 2 aprile 2016|Tags: |0 Commenti

La tua opinione è importante, lascia un commento!